Aggiornare blog e siti WordPress datati: 4 semplici passaggi

In questo tutorial vedremo le mosse da compiere per aggiornare blog e siti WordPress che “poggiano” su installazioni più vecchie o addirittura superate.

[STEP 1] – Compatibilità hosting

A partire da WordPress 3.2 verranno supportate “solo” le nuove distribuzioni PHP e MySQL: PHP 5.2.4 e MySQL 5.0 (e release superiori). Prima di scaricare nuove versioni del software sarà pertanto necessario appurare se il proprio hosting provider sia aggiornato a queste specifiche. Requisiti minimi WordPress. Ovviamente sul nostro portale dedicato all’hosting wordpress, garantiamo il supporto di tutte queste specifiche.

[STEP 2] – Compatibilità plugin

La compatibilità dei vari plugin WordPress non sempre è ottimale nel passaggio da vecchio a nuovo. Per evitare problemi tecnici di diverso tipo possiamo adoperare WordPress Upgrade Preflight Check: in questo modo verificheremo se i nostri addon potranno essere usati senza preoccupazioni con le prossime pubblicazioni CMS.

[STEP 3] – Compatibilità temi

Il nuovo tema di default WordPress, Twenty Eleven, potrebbe causare incompatibilità tecniche durante le fasi di upgrade perché è dotato di nuove e particolari caratteristiche che potrebbero essere non disponibili nel set-up precedente. Prima di effettuare l’aggiornamento, ed evitare dunque grattacapi di vario tipo, possiamo attivare il tema WordPress Classic (distribuito dalla release 1.2).

[Step 4] – Aggiornamento manuale

L’aggiornamento automatico di WordPress potrebbe essere soggetto a qualche problema per via dei diversi requisiti che cambiano da una versione all’altra. Tali si riscontrano soprattutto durante il “salto” tra software non contigui (come dalla 2.8 alla 3.0). In questi casi è bene ricorrere all’aggiornamento manuale.