Realizzare un sito web

Con la rete internet che ha raggiunto un livello di pervasività inimmaginabile fino a pochi anni fa, essere presenti online è una caratteristica indispensabile per qualunque azienda indipendentemente dalla sua dimensione e dal settore in cui opera. La rete permette di entrare in contatto con una platea di potenziali clienti incredibilmente più vasta di quella che si potrebbe raggiungere con i metodi “tradizionali”.

In Italia tuttavia, in particolare con riferimento alle piccole e medie imprese, si rinuncia alla presenza online perché all’interno dell’azienda nessuno ha le conoscenze per realizzare un sito web oppure perché i costi per farlo realizzare esternamente sono ritenuti troppo elevati. Se questo era vero agli albori del web, adesso non è più così.

Con questo post vogliamo fornire ai non addetti ai lavori i passi fondamentali da svolgere per iniziare a realizzare un sito web senza conoscere in modo approfondito le dinamiche che stanno dietro al funzionamento della rete e senza possedere basi di programmazione.

Creazione di un sito web: scegliere l’hosting

Il primo passo da compiere è la ricerca dell’hosting più adatto alle nostre esigenze. L’hosting non è altro che spazio su un disco posizionato all’interno di uno dei server del provider (ovvero del fornitore dei servizi internet a cui ci siamo rivolti). All’interno di questo spazio verranno posizionati tutti i file relativi al nostro sito web.

Per un sito web “vetrina” (cioè un sito web composto da poche pagine che spieghi all’utente da chi è formata l’azienda, qual è la sua storia, di cosa si occupa, quali sono i contatti) non è necessario orientarsi su un hosting con molti GigaByte di spazio. È di gran lunga una scelta migliore cercare un’ampia banda (che consente all’utente di caricare le pagine web in modo rapido anche quando ci sono molte connessioni contemporanee con il sito) e avere garanzie sull’uptime (cioè la garanzia che il provider fornisce in merito alla visibilità del sito).

Creazione di un sito web: scegliere il nome a dominio

Dopo aver scelto con attenzione l’hosting ecco il secondo passo fondamentale: la scelta del dominio ovvero il “nome del sito” (es www.nomeazienda.it). Il dominio è univoco in tutta la rete internet e deve essere scelto in modo accorto dato che sarà l’URL che gli utenti accosteranno alla vostra azienda. Può capitare che qualcun’altro abbia già registrato quello che avete in mente, in questo caso esistono due opzioni: si sceglie un dominio differente oppure si utilizza un TLD differente.

I TLD (Top Level Domain) sono i domini di livello più alto che nella maggior parte dei casi corrispondono ad un paese, ma che possono essere relativi a settori commerciali o altro. Fino all’anno scorso esistevano solamente i TLD geografici (.it, .eu, eccetera) più alcuni TLD generici (.com, .net, .org, eccetera). Ad oggi sono stati creati nuovi TLD che permettono ad un’azienda di essere associata in modo diretto al settore di riferimento in cui opera (.graphics, .technology, eccetera). Una volta scelto il dominio bisognerà rivolgersi ad un provider autorizzato per effettuare la registrazione.

Creazione di un sito web: scegliere il CMS

Dopo aver scelto hosting e dominio si può passare alla fase di creazione vera e propria del sito. Il vantaggio è che per realizzare un portale di alto livello non è più necessario avere una preparazione specifica circa la programmazione. Sono disponibili infatti dei software dedicati chiamati CMS (Content Management System) che permettono, con pochi semplici passi, di costruire un sito internet completo. I più utilizzati in assoluto sono WordPress e Joomla! mentre in ambito ecommerce quelli che riscuotono maggiore successo sono Magento e PrestaShop.

Questi software, che spesso vengono installati direttamente dal provider quando viene acquistato un hosting, permettono di configurare il layout delle pagine, i contenuti visualizzati dagli utenti, le news pubblicate e ogni altra caratteristica personalizzabile del vostro sito in modo semplice grazie ad interfacce semplici ed immediate. Il grande vantaggio che i CMS hanno, in particolare quelli più diffusi, è che intorno a loro ruota una community di sviluppatori, esperti sempre disponibili in caso di necessità.

Quindi la domanda è: hai tutte le basi per realizzare il tuo sito web?