Temi- WordPress gratuiti o a pagamento?

Quando ci si accinge a scegliere un tema WordPress, è bene decidere se puntare su una soluzione gratuita o su una soluzione a pagamento. Il sito ufficiale del CMS, come noto, consente di usufruire di centinaia e centinaia di temi senza che sia necessario spendere un centesimo: è possibile eseguire il download gratuitamente, scaricando e utilizzando quelli che si preferiscono.

Occorre sottolineare, tuttavia, che la maggior parte di questi temi gratuiti è ancora eccessivamente legata alla struttura – comoda, ma fin troppo tradizionale – a due colonne, che rappresentava lo standard dei temi più vecchi. Se è vero che con il passare del tempo anche tra i temi gratuiti si stanno intravedendo delle innovazioni sotto questo aspetto, è altrettanto vero che chi desidera una home page strutturata in maniera più complessa deve fare riferimento principalmente ai temi a pagamento, i quali permettono di organizzare i contenuti come meglio si crede, mettendone in evidenza alcuni invece che altri, e di fruire di un layout grafico più in linea con gli standard e le esigenze di un sito internet professionale.

Non si può, quindi, stabilire se siano meglio i temi WordPress gratuiti o quelli a pagamento, in quanto la scelta dipende dalle necessità che si intendono soddisfare.

Per scoprire tutti i temi a disposizione basta accedere a wordpress.org/themes e visualizzare la lista dei temi WordPress più popolari cliccando su “Popular”: quelli il cui nome inizia con “Twenty” sono i cosiddetti temi di serie, mentre gli altri vantano una struttura più differenziata e più vicina a quella dei temi professionali.

Per visualizzare nel dettaglio le peculiarità dei temi è sufficiente cliccare sul loro nome, in modo tale da accedere alla scheda del tema: qui sono presenti varie tag associate, tra cui “featured image” e “theme options”, che stanno a indicare rispettivamente la possibilità di visualizzare i contenuti negli elenchi di articoli e in home page con l’associazione di una specifica immagine a ogni contenuto sotto forma di miniatura e la possibilità di modificare e configurare l’aspetto e la struttura del tema tramite un pannello di opzioni. Di solito, i temi WordPress gratuiti che dispongono di queste caratteristiche – o di una sola di queste caratteristiche – non sono molto diversi rispetto agli omologhi a pagamento.

Una peculiarità dei temi WordPress professionali che si può ritrovare anche in alcuni temi gratuiti, poi, è rappresentata dalla capacità dei temi di adattarsi agli schermi dei tablet e degli smartphone: insomma, il cosiddetto responsive design. Andando nella home page relativa ai temi gratuiti di WordPress e digitando nel campo di ricerca la parola chiave “responsive” si ha l’opportunità di individuare la lista dei temi che possiedono tale caratteristica. Si tratta, naturalmente, di una funzione molto importante, perché rende più semplice la fruizione del sito a prescindere dal tipo di dispositivo – e quindi dalle dimensioni dello schermo – che si sta usando.

Nel momento in cui si sceglie un tema WordPress, infine, un valido aiuto è rappresentato dalle valutazioni degli utenti: per lo stesso motivo, vale sempre la pena di dare un’occhiata ai (solitamente numerosi) commenti che sono scritti da chi ha già usato in precedenza quei temi, perché forniscono una panoramica più completa, con prospettive di diverso taglio e vari punti di vista, a proposito degli stessi.