Trasformare WordPress 3.0 in piattaforma multiblog

WordpressLa versione 3.0 di WordPress ha introdotto importanti novità per la gestione contenuti: in primis la possibilità di gestire da una amministrazione unica blog singoli e in network, grazie alla fusione con WordPress MU, il componente dedicato alla gestione in network.

Tuttavia, la funzione di amministrazione multipla non è  disponibile di default: bisognerà necessariamente attivarla dopo aver effettuato l’installazione di WordPress primaria.

Accediamo al nostro spazio web e cerchiamo il file wp-config.php

ed inseriamo questa stringa

define ('WP_ALLOW_MULTISITE', true);

appena prima di questo codice:

require_once (ABSPATH . 'wp-settings.php');

Dopo aver fatto questo, salviamo e chiudiamo il file wp-config.php e procediamo con la nostra configurazione.

Entriamo nel pannello di amministrazione di WordPress: scendiamo, in basso a sinistra, fino alla voce “Tools” (chi ha WordPress in italiano troverà scritto “Strumenti”) e selezioniamo la neocreata voce “Network” (apparirà infatti solo dopo aver modificato il precedente file).

Apparirà la schermata visibile in basso: “Create a Network of WordPress Sites“. Il network potrà essere gestito tramite sottodomini (esempio.miosito.it) o sottodirectory (miosito.it/esempio). Ricordate che la vostra non sarà reversibile, in caso di ripensamenti occorrerà reinstallare ex-novo la piattaforma.

Bisogna inserire alcune informazioni all’interno del form: il nome del network e l’indirizzo e-mail (valido) dell’amministratore. Clicchiamo su “Install” (o “Installa“) e procediamo: apparirà la seguente schermata che indica i vari punti da seguire.

NB: in caso apparisse la scritta in rosso “Warning: An existing WordPress network was detected” non preoccupatevi, è solo un avviso inerente alla creazione del nuovo network.

Ora facciamo ben attenzione ai vari punti.

[PUNTO 1] –  “Create a blogs.dir directory in webrootsito/wp-content“.

Il PUNTO 1 è molto chiaro: bisogna creare una cartella dal nome “blogs.dir” (senza apici) e caricarla all’interno della cartella /wp-content/. Tale cartella è il cuore dello storage dei nostri dati.

[PUNTO 2] – “Add the following to your wp-config.php file in cartellasito/wordpress above the line reading /*That’s all, stop editing! Happy blogging*/”.

Il PUNTO 2 dice di copiare il codice mostrato nel box in basso e di incollarlo nel file wp-config.php , appena dopo la scritta /*That’s all, stop editing! Happy blogging*/. È necessario inserire solo il codice presente nel primo box.

[PUNTO 3] – “Add the following to your .htaccess file in cartellasito/wordpress, replacing other WordPress rules”.

Il PUNTO 3 dice di modificare (o creare) un file .htaccess ed incollare dentro il codice presente nel box. Qualora il file .htaccess non fosse modificabile, è possibile incollare il codice in un file di testo e poi salvarlo (come “tutti i file”) rinominandolo in .htaccess e sostituendo il precedente.

[PUNTO 4] – “Once you complete these steps, your network is enabled and configured. You will have to log in again. Log in“.

Abbiamo quasi finito: la scritta in alto indica di effettuare il logout e poi, successivamente, il login.

Nuove Funzioni

Con le modifiche apportate compare in alto a sinistra il nuovo menu di amministrazione della piattaforma: il “Super Admin” menu (menu di gestione da Superamministratore).

La funzione “Super Admin” permette di settare e gestire senza limiti di permessi la piattaforma.

Con le nuove funzioni implementate troverete nel pannello di amministrazione il seguente messaggio: “Warning! The current theme supports Featured Images. You must enable image uploads on the options page for it to work.

Questo è in realtà un avvertimento che indica che dobbiamo apportare delle modifiche al sistema, modifiche operabili grazie alla funzione “Options” presente nel menu del “Super Admin”.