Content Editor: scopriamo chi è e che lavoro fa

Content Editor: scopriamo chi è e che lavoro fa

Nel mondo della comunicazione social, la figura del content editor, o dello scrittore di contenuti, ha oggi un ruolo fondamentale. O, a dirla tutta, stanno diventando sempre più importanti i contenuti.

Content editor e contenuti sono il presente e il futuro della comunicazione sui media, ma non sempre c’è chiarezza su cosa voglia dire “scrivere un contenuto”.

Iniziamo dalle basi: scrivere un contenuto non è facile, non è immediato e, soprattutto, non è gratis. Sembro pedante? Lo sembro perché devo esserlo! Spesso, infatti, si sente dire che “Scrivere due parole su Facebook è facilissimo, la mia pagina la gestisce mio cugino” e invece sappiamo bene che non è così. Per scrivere dei contenuti sui social media ci vuole una strategia, un piano editoriale studiato nei minimi dettagli e una timeline ben definita.

Dopo aver messo in chiaro questo punto fondamentale, vi annoierò e forse vi spaventerò anche un pochino con un dato tecnico dal quale è fondamentale partire: chi legge i vostri contenuti raramente legge più del 10% di quello che scrivete. Sì, avete letto bene: il 10%.

Non è il caso di andare nel panico, questo dato affligge voi come tutti; semplicemente questo è il momento di dire a vostro cugino che gli volete bene, ma che state pensando di assumere un professionista per scrivere i contenuti dei vostri social.

Ora che avete al vostro fianco un content editor, potrete definire la vostra strategia editoriale. Questa è la mia ricetta: unicità e immediatezza trasmesse da una comunicazione chiara, semplice ed efficace. Riflettete sul vostro valore aggiunto, sul vostro messaggio, su cosa potete offrire voi che non possono dare i vostri competitor.

Già, i competitor. Vostro cugino vi avrà detto sicuramente: “Guarda che il tuo rivale sta facendo così, facciamolo anche noi!”. Diamo a Cesare quel che è di Cesare: l’idea di vostro cugino non è sbagliata del tutto, ma si tratta del passo successivo: ricordatevi sempre che se non sapete esprimere quello che rende unici voi, non lo scoprirete osservando gli altri.

Ora mi sarò sicuramente fatta odiare da vostro cugino, ma sono sicura che queste prime informazioni sul mondo della comunicazione vi avranno incuriosito e spinto, perlomeno, a chiedere una prima consulenza ad un professionista del settore.

A questo punto entra in gioco il piano editoriale, ovvero un planning accurato in cui si definiscono gli obiettivi e si valutano tempistiche, target a cui ci si rivolge e social media da utilizzare, ma questo sarà un argomento che tratteremo più avanti.

Spero di avervi aiutato a fare un po’ più di chiarezza sul mondo del content e, salutando calorosamente vostro cugino, vi do appuntamento al prossimo post!