God Save The Queen: una strategia di distribuzione efficace

God Save The Queen: una strategia di distribuzione efficace

Torno sull’argomento di settimana scorsa per parlare più approfonditamente della nostra Regina: la distribuzione dei contenuti. Per parlare di distribuzione si deve necessariamente fare un passo indietro fino alla convergenza dei media, ovvero la possibilità degli utenti di cercare, leggere, vedere e condividere informazioni sui media.

Quando si parla di convergenza, è bene ricordarsi sempre la teoria di Henry Jenkins (uno dei più importanti studiosi statunitensi dei media contemporanei, del quale vi consiglio assolutamente la lettura):

“Il modo in cui noi combiniamo diversamente i media in maniera automatica va inteso come processo culturale piuttosto che effetto delle nuove tecnologie.”

Cosa significa? In parole povere, noi non condividiamo perché i nuovi media ci spingono a farlo, ma condividiamo perché è nella nostra cultura scambiarci informazioni.

5 regole per una buona strategia di distribuzione

Ora che abbiamo più chiaro il sistema della convergenza, possiamo metterci a parlare seriamente di un’adeguata strategia di distribuzione.

  1. Aggiorna i contenuti
    Sì, lo so, mi piace vincere facile scrivendo così, ma non smetterò mai di ripetervelo: i contenuti devono essere sempre aggiornati, freschi e facilmente usufruibili. Il vostro sito e le vostre pagine social non sono solo una vetrina, ricordatevelo.
  2. Rendere facile la condivisione di contenuti
    Ovvero permettere agilmente di condividere link, video e foto dal vostro sito. Avete presente le icone piccole dei social media che trovate alla fine dell’articolo? Ecco, sono loro che permettono di condividere facilmente questo contenuto. Non è che gli utenti siano pigri, intendiamoci, però se rendiamo loro le cose più facili e veloci saranno più inclini a condividere i nostri contenuti.
  3. Gli RSS sono un salvavita
    Avete il blocco dello scrittore/video maker/fotografo e siete a corto di materiale? Tranquilli, gli RSS vi aiuteranno a trovare contenuti validi da condividere. Mi raccomando, citate sempre la fonte.
  4. Coinvolgi gli altri
    Fatevi condividere da utenti con più seguito di voi e ringraziateli. No, non dico di fare troppo i… lecchini, ma semplicemente di essere educati e corretti. Anche perché, più vi comportate bene, più gli altri utenti saranno disposti a ricondividere i vostri contenuti.
  5. Per ogni contenuto, il giusto veicolo
    L’ho già detto settimana scorsa e ora ve lo ripeto: ogni canale media ha la sua lingua e la sua forma, quindi ricordatevi sempre di differenziare i contenuti in base alla loro destinazione finale.
  6. Non dico che queste 5 regole siano degne di essere appese al muro, però vi consiglio caldamente di ricordarvele.

    Alla prossima settimana!