Google cancella i Google Glass …cosa ci insegna?

Google cancella i Google Glass …cosa ci insegna?

È ufficiale, la notizia è circolata la scorsa settimana: Google cancella i Google Glass (di cui avevamo parlato qualche tempo fa in questo articolo) e i relativi account social. Da Twitter a Instagram tutto sparito, su Google Plus è stato pubblicato un post di saluto a tutti gli Explorers con l’indicazione di contattare gli sviluppatori per eventuali domande o dubbi in proposito.

Google cancella i Google Glass

In effetti che ci fossero cambiamenti in corso lo si era capito fin da novembre, quando erano trapelate notizie confuse e di vario tipo sul progetto: dal fatto che si stava progettando un modello di Google Glass solo audio; a quella che sembrava una vera e propria anticipazione sul nuovo modello meno invasivo rispetto al primo e più simile a un auricolare.

L’importanza del limite e della ripartenza

Non stiamo parlando della piccola PMI, ma di un’azienda miliardaria che nell’ultimo periodo ha preso importanti decisioni. Tra queste, certamente quella di chiudere un progetto che si è capito non stava funzionando nella maniera giusta.

“Do, undo and redo”ovvero “fare, cancellare e rifare” è il segreto per ogni singola impresa che vuole fare veramente innovazione. Se Google cancella i Google Glass ci sta insegnando che fermarsi e ragionare a volte è fondamentale; ci insegna che intestardirsi su uno degli errori che spesso fanno tutti gli imprenditori, ovvero innamorarsi del proprio prodotto nonostante l’evidenza ci dica che non funzioni, è inutile controproducente e fallimentare.

Progetto Google Glass cancellato

L’importanza dell’innovazione

Google cancella Google Glass, e noi abbiamo imparato cos’è l’innovazione, che per essere grandi ci vuole l’umiltà e il coraggio di dire “Questa strada non va bene, abbiamo sbagliato. Proviamo a ripartire così…”.

Nessuno ha fatto morire il progetto Google Glass (che, oltretutto, è molto probabile sarà ripreso da Project Aura, la divisione di Alphabet dedicata ai nuovi progetti tecnologici), ma al contrario si farà tesoro di quanto studiato, progettato, ideato, pensato e sbagliato per evolversi, migliorare e cercare nuove soluzioni che vadano incontro al successo.

Questo modo di ragionare è innovazione, questa è la strada da perseguire, questa è la via che il progetto Google Glass, oggi, ci ha insegnato.