Smart Watches: Samsung, Sony, Qualcomm e Burq a confronto

Smart Watches: Samsung, Sony, Qualcomm e Burq a confronto

Oggi voglio parlarvi dei nuovi smart watches Samsung, Sony, Qualcomm e Burq pronti per il lancio sul mercato. Gli smart watches sono orologi che possono eseguire un sistema operativo o eseguire delle app grazie al collegamento con lo smartphone. Inoltre possono includere caratteristiche più avanzate del semplice cronometro: fotocamera, accelerometro, termometro, altimetro, bussola e GPS ne sono solo un esempio.

L’uso dei device da polso ha destato curiosità già da qualche tempo e sicuramente alcuni utenti li possiedono già, tuttavia i nuovi modelli possiedono caratteristiche più avanzate, anche se la maggior parte deve essere ancora collegata allo smartphone per funzionare correttamente.

Samsung Galaxy Gear

Il Galaxy Gear, lo smart watch della Samsung, si potrà acquistare per un prezzo non inferiore a 300€. Con una CPU a 800MHz, sistema operativo Android (non si sa quale versione), una fotocamera da 1,9 megapixel posizionata sul cinturino, bluetooth, uno schermo da 320×320 pixel e 512 megabyte di RAM, sembra essere un prodotto interessante. Inoltre esistono già delle applicazioni create appositamente per questo device.

I contro? La batteria al litio dura solo un giorno, il microfono e la fotocamera integrati al cinturino non sembrano avere standard qualitativi elevati e l’orologio può essere collegato solamente ad uno smartphone Samsung con Android 4.3. Questo non ne facilita certo la diffusione, ma queste considerazioni sembrano non spaventare la ditta produttrice, che punta sul farlo acquistare in quanto oggetto di moda e curiosità.

Sony Smart Watch 2

Lo smart watch della Sony, nel frattempo, è stato presentato come un “info gate gadget”. Questo smart watch, connesso al telefono tramite Bluetooth, viene infatti considerato (anche dall’azienda che lo produce) come una sorta di “ponte”, per avere la comodità delle app al polso.

I problemi di compatibilità con gli smartphone sono sostanzialmente diminuiti grazie alla tecnologia NFC. Resistente all’acqua, è particolarmente consigliato ad un pubblico che vuole rimanere attento alla propria vita “social” sul web, ma non per questo vuole distrarsi mentre vive la vita reale. Il prezzo non supera i 199€.

Qualcomm Toc

Un altro orologio pronto per il lancio sul mercato è il Toc, smartwatch della Qualcomm, dotato di ricarica wireless e compatibile con Android 4.0.3: la versione per iOS sembra sarà disponibile in futuro.

Con il suo display da 1,5″ ha un vantaggio rispetto al Galaxy Gear: con il suo e-link a colori permette una perfetta lettura alla luce del sole, cosa che risulta difficile con gli smart watch della concorrenza. La batteria ha un’autonomia di tre giorni ed è possibile leggere gli SMS, ricevere ed effettuare chiamate e molto altro. Il costo è di 300$.

Burq17

L’unico dispositivo di questo genere in grado di essere completamente autonomo ed effettuare chiamate tramite la sim card (posta sul retro) è lo smartphone Burq17 dell’omonima azienda tedesca Burq.

Dotato di display da 1,5″ con una risoluzione di 240x240px, si può usare unicamente con Android 4.0. Collegabile tramite bluetooth e wi-fi allo smartphone, è fornito di microfono ed altoparlante. Il prezzo raggiungerà i 399€.

Se tutti questi piccoli smartwatch hanno attirato la vostra attenzione, sappiate che è allo studio un’app per Android che renderà molto più semplice l’invio di SMS (data la dimensione ridotta dei display, se ne sente la necessità). L’offerta è ampia, ma si attende la risposta della Apple, che si è dimostrata anch’essa interessata a questo nuovo prodotto.