Star Wars Episodio VI: app e servizi web più o meno utili

Star Wars Episodio VI: app e servizi web più o meno utili

La trepidante attesa per il nuovo Star Wars – Il Risveglio della Forza (al cinema da mercoledì 16 dicembre) – forse proprio perché sulla rete agiscono i fans più accaniti della saga di George Lucas – ha innescato una serie continua di piccole invenzioni, più o meno utili, più o meno divertenti, che rimandano al mondo di Guerre Stellari.

Account Google personalizzato in stile Star Wars

Tutto è iniziato con Google che ha deciso di partecipare il mese scorso attivamente all’attesa collettiva con un sito dedicato (www.google.com/starwars/) che permette di personalizzare il proprio account Google in stile Star Wars.

Entrando nel sito, dopo essere esortati a “risvegliare la forza che c’è in noi”, ci viene chiesto di scegliere un “lato” della forza, se quello scuro o quello chiaro (quello dei Jedi per intenderci). Tutto avverrà di conseguenza: lo sfondo di Gmail, Google Calendar, Google Traduttore, Waze Youtube, fino all’avatar di Maps si adatteranno alla nostra scelta di campo e si adegueranno al mondo di Star Wars.

Ricerca su Google in stile Star Wars

Poco dopo sempre Google ha deciso di inserire nella barra di ricerca di Chrome un altro piccolo omaggio alla serie.

Digitando la frase con cui inizia ogni capitolo della saga “Tanto tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana” (senza le virgole) i risultati delle ricerche compariranno scritti come i titoli di testa dei film, cioè come scritte gialle che vanno a sparire in un fondo di spazio e stelle.

SERP di Google personalizzata per Star Wars

Spoiler bloccati grazie all’app Star Wars Spoiler Blocker

Se alla voglia di vedere le nuove avventure dei Jedi contro le forze del lato oscuro si unisse in voi la paura dello spoiler, Star Wars Spoiler Blocker fa al caso vostro.

Questa applicazione di Chrome permette di bloccare possibili spoiler: davanti a pagine che potrebbero contenere novità indesiderate sul prossimo film l’applicazione avvisa con una schermata. Ma questo è solo l’inizio di una lunga serie di altre piccole inutili, utili e bizzarre invenzioni che stanno popolando internet nell’attesa della prima.