Certificato SSL per ecommerce, il lucchetto che tranquillizza

Certificato SSL per ecommerce, il lucchetto che tranquillizza

Secondo una ricerca condotta qualche tempo fa da Avira, circa il 20% degli utenti online non usa i portali di ecommerce per paura delle frodi. Allo stesso tempo, circa il 30% degli utenti fa shopping online pur avendo paura che i propri dati finiscano in mani sbagliate e circa il 22% usa solo i portali di ecommerce di grandi brand come Amazon.

Questa classifica, ti mostra esattamente quanto sia importante la sicurezza per i potenziali clienti che giungono sul tuo ecommerce. L’aspetto sicurezza sul web è così importante che non puoi proprio esimerti dall’investire su di esso e dotarti così di tutti i mezzi che infondano fiducia nei tuoi visitatori, come un certificato SSL.

Un certificato SSL per ecommerce è dunque un investimento opportuno che offre una serie di vantaggi non trascurabili.

Fiducia, crittografia e posizionamento

Il primo motivo per cui dovresti implementare un certificato SSL è la fiducia dei tuoi utenti. La sicurezza di un ecommerce è sempre fonte di preoccupazione per qualsiasi netizens. Da questa ansia, deriva che le persone oggi sono molto più attente nel fare acquisti online. Se non riesci a convincere i visitatori che la loro privacy è un punto fondamentale della tua strategia ecommerce, come puoi pretendere che si fidino e acquistino i tuoi prodotti? Al contrario, un certificato SSL con un bel lucchetto in vista accanto a una URL del tipo HTTPS ti consente di infondere nelle persone che visitano le tue pagine quel senso di sicurezza che li rende più propensi a comprare ciò che desiderano. Molti certificati fanno breccia su questo aspetto della fiducia e vengono forniti con un apposito sigillo da integrare nelle pagine del tuo sito. Questo sigillo non solo fa da testimonianza visiva della sicurezza implementata sul tuo ecommerce, ma, se cliccato, fornisce tutte le informazioni necessarie per identificare la tua attività e mostrare che esiste realmente, che sei rintracciabile e, in quanto tale, non hai intenzione di frodare nessuno.

A questi suggelli, a volte, si aggiunge anche la visualizzazione di una garanzia che promette un compenso pecuniario (si va dai 10mila ai 100mila dollari e a volte anche oltre) nel caso in cui il certificato SSL non funzionasse. Si tratta di una sorta di assicurazione che copre, sotto determinate condizioni, i danni subiti dai clienti che si sono fidati del certificato SSL e che comunque hanno subito una frode informatica a seguito di invio dei dati personali e finanziari.

Proprio dalla salvaguardia dei dati personali e finanziari, deriva il secondo motivo per cui devi dotarti di un certificato SSL. Ricorda che la fiducia dei tuoi utenti è importante, ma ancora più importante è la necessità di mantenere indenni le informazioni in transito lungo internet dagli occhi indiscreti di chi potrebbe farne cattivo uso. Le due questioni vanno a braccetto e non ci può essere fiducia senza protezione.

Infatti, come ecommerce richiedi ai tuoi utenti informazioni private come lo username e la password di accesso e il numero di carta di credito. A questi devi aggiungere i dati che raccogli sulla preferenza dei prodotti, sui prodotti visitati e/o già acquistati, sulla cronologia degli ordini, sulla destinazione delle spedizioni, sul profilo anagrafico e via discorrendo. In qualità di responsabile per l’ecommerce devi assicurarti che questi dati siano sempre mantenuti con quel grado di confidenzialità che necessitano, conservandoli in modo criptato.

Un certificato SSL ti consente di crittografare i dati durante il loro viaggio dal computer del tuo cliente al tuo server, in modo che nessuno possa perpetrare un attacco del tipo MiTM (Man in The Middle) e diventare così destinatario di dati a lui non indirizzati. Con un certificato SSL, infatti, i dati inviati dai tuoi visitatori tramite le pagine web diventano illeggibili per tutti a eccezione del server a cui le informazioni sono destinate.

Sempre per conquistare e proteggere gli utenti, giunge l’ultimo motivo: Google. L’azienda di Mountain View sottolinea l’importanza dell’installazione di un certificato SSL nel proprio sito, anche se non è un ecommerce, per rendere internet un posto migliore e direzionare gli utenti che usano il motore di ricerca verso siti sicuri e affidabili. Così, per invogliare tutti i webmaster a implementare uno dei tanti certificati SSL, Google promette di migliorare il rank dei siti, dandone maggiore visibilità rispetto ai concorrenti che non attivano il supporto SSL.