Meta title e headline: che differenza c’è?

Meta title e headline: che differenza c’è?

Tutto ebbe inizio con un errore di traduzione o, meglio, con una semplificazione nella traduzione da inglese ad italiano. Ed è così che gli utenti web italiani spesso confondono “title” e “headline” non comprendendone la differenza, dato che entrambe le parole vengono riportate nella nostra lingua con un semplicistico “titolo”.

In realtà meta title e headline sono due cose ben distinte, ed oggi ve ne voglio parlare.

Meta Title

Il meta title è un titolo che dev’essere inserito a livello di codice in ogni pagina del sito tramite tag “title”, ma che non appare da nessuna parte sul sito stesso. E allora dove viene visualizzato? Il meta title comparirà nella linguetta o tab del browser e nei risultati di ricerca su Google e gli altri motori di ricerca, come titolo della pagina.

Meta Title nel browser
Meta Title nella SERP

C’è da tenere conto, però, che nelle SERP di Google a volte il meta title viene modificato dal motore di ricerca stesso, perché ritiene che non sia in linea con il contenuto della pagina o per altre motivazioni.

Perché sia efficace, il meta title deve essere lungo al massimo 60 caratteri e deve essere unico: in poche parole nel vostro sito non vi devono essere altre pagine con lo stesso meta title. È opportuno che contenga la parola chiave selezionata per la pagina (possibilmente all’inizio) e, dato che deve “piacere” a Google, è bene che sia specifico facendo capire chiaramente di cosa parla quella determinata pagina.

Headline o H1

L’headline invece è il tiolo che trovate all’inizio del contenuto di una pagina, contrassegnato nel codice con il tag “H1”. Spesso è identico al title, ma secondo alcune scuole di pensiero, è più efficace quando lo si rende “appetibile” ad occhio umano, in quanto è quello che viene visualizzato tramite la condivisione nei social.

Per renderlo accattivante ci sono alcuni accorgimenti poco “scientifici” e molto umani, per l’appunto. Ad esempio puntare sul fattore “news”, poiché la stragrande maggioranza degli utenti, è sul web in cerca di notizie. Facciamo un esempio: volete attirare nel vostro ecommerce, che vende scarpe, un determinato gruppo di consumatrici… magari le più modaiole? Supponiamo che siate in possesso di alcuni sandali molto attuali: sfruttare il fattore news equivale a far sapere che ora ce li avete e vi sono arrivati. Perciò invece di scrivere “Abbiamo a disposizione i sandali xx”, un headline efficace potrebbe dire “Ora disponibili i sandali xx!”. Per renderlo più accattivante potremmo aggiungere anche una frase ad effetto che inviti la consumatrice attenta alla moda, come “Ora disponibili i sandali xx visti nelle sfilate parigine!”. Insomma, in questo caso, è bene studiare una strategia ed usare l’headline come valido strumento per attirare gli utenti nel vostro sito.

Spero che questo articolo abbia chiarito un po’ le idee e che vi farà usare meta title e headline in maniera consapevole: ora non potete più dire che siete confusi riguardo al significato di queste due parole!