Quali Social Media usare per la propria attività?

Quali Social Media usare per la propria attività?

Questo post vuole essere una risposta alle infinite volte che mi viene fatta questa domanda: “Ho un’azienda X, ho un’attività Y, quali social devo aprire?” La mia risposta è sempre la stessa: “Dipende!”. Odio come risposta la parola “dipende”, ma è l’unica che un vero esperto di comunicazione potrebbe dare in tutta onestà.

Quali social media usare? Dipende!

  • Dipende da chi sei.
  • Dipende da quali obiettivi hai.
  • Dipende da che storia hai alle tue spalle e da come oggi sei posizionato online.
  • Dipende da qual è il tuo target.
  • Dipende da quali persone vuoi coinvolgere e attirare a te.
  • Dipende da quanto budget hai! (eh sì, i social non sono gratuiti se vuoi affrontarli professionalmente)

Ma quindi che fare? Navigando questa sera in Pinterest ho trovato questa infografica di BrandonGaille.com e l’ho trovata ben fatta. Rappresenta una sorta di menù ideale che può essere utile come prima indicazione generale per chi approccia questo mondo e vuole in modo sintetico dare una risposta al quesito “Quale account social aprire?”. L’infografica di per se si riferisce al mercato della ristorazione, ma leggendola credo possa essere applicata a qualsiasi tipo di mercato. Stiamo parlando di indicazioni generali e non di un elenco infallibile.

Quali social media aprire

Qual è il menù più giusto per te?

In questa infografica abbiamo social media principali e più usati:

  • Linkedin, per il networking professionale
  • Facebook, il social network più grande al mondo
  • Google Plus, per il business e il social networking
  • Youtube, per condividere video
  • Twitter, per condividere brevi frasi e link
  • Foursquare (in effetti ormai abbandonato in Italia)
  • Yelp (più conosciuto in America) ideale per promuovere singoli prodotti/servizi
  • Pinterest, per condividere e ispirarsi a immagini
  • Instagram, per la condivisione di immagini con possibilità di fotoritocco

Ogni menù, come puoi leggere, rappresenta una specifica esigenza: dalla promozione di prodotti e servizi alla ricerca del personale, dal monitoring della tua reputazione all’analisi degli insight e quindi dei risultati che vuoi ottenere. Una finalità non esclude l’altra, infatti molti menù si sovrappongono. Un esempio? Se voglio usare i social media per spingere il mio prodotto o servizio attraverso brand ambassador, gli stessi li potrò usare per sviluppare connessioni e implementare il mio networking professionale.

Sarà molto importante e fondamentale, prima di scegliere una piattaforma social e aprire un account, analizzare il mercato in cui tu andrai ad operare. Il mio consiglio è comunque quello di usare questa infografica come indicazione per poi approfondire le tue scelte con un esperto che saprà poi consigliarti in modo adeguato.

…e vista la grafica, non posso che augurarti “buona scorpacciata di social!” (…abbuffati, ma in modo responsabile ;-))