Socialità on-line, soprattutto tra le donne

Facebook, Twitter, LinkedIn: i social network attirano ogni giorno un maggior numero di persone, soprattutto di sesso femminile. Così ci dicono i risultati di uno studio condotto negli Stati Uniti dal “Pew Internet & American Life Project” . Se nel 2005 solo il 5% degli utenti del web sceglievano di visitare siti di social networking, ora il 55% degli internauti è iscritto e, negli adulti, addirittura il 65% afferma di utilizzarli spesso. Anche se le preferenze vanno ancora per motori di ricerca e servizi di e-mailing.

Le Under 30 guidano il gruppo

Il campione d’analisi – pari a quasi 2.300 utenti, intervistati tra aprile e maggio – ha tuttavia espresso pareri positivi sui “siti sociali”, descrivendo l’esperienza come “divertente”, “utile” e “conveniente”. Le donne trascorrono più tempo rispetto agli uomini: il 69% controlla almeno un giorno messaggi e notifiche, abitudine forte soprattutto nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 29 anni. In questo gruppo, ben 9 donne su 10 hanno ammesso il “vizietto” della socialità on-line.

Anche gli uomini adulti tra gli habituèe

Una pratica diffusa per rintracciare amici e familiari, un modo per mettere in condivisione gusti e interessi, ma anche un’opportunità per conoscere nuove persone e promuovere competenze ed esperienze professionali. Insomma, i social network hanno in serbo numerose potenzialità, come hanno ben intuito anche gli uomini: persino in età adulta, tra i 50 e i 64 anni, almeno uno su due controlla costantemente lo stato del proprio profilo. Un segno dei tempi che cambiano.