L’aggiornamento a Windows 10 è d’obbligo

L’aggiornamento a Windows 10 è d’obbligo

Microsoft ha recentemente rilasciato l’aggiornamento a Windows 10. Quest’ultima versione del celebre sistema operativo è semplice e intuitiva e tra le migliorie troviamo i tempi di ripresa e di avvio più rapidi e un browser sempre più vicino all’utente.

Con il nuovo Microsoft Edge è infatti molto semplice passare da un documento di lavoro al web e, cosa secondo me molto divertente, è possibile creare delle note direttamente sulla pagina che si sta visualizzando. Tutto questo può essere poi condiviso con gli altri utenti.

Abilitando Cortana, inoltre, è possibile evidenziare un termine sconosciuto ed ottenere subito il significato dello stesso senza aprire altre pagine web.

La gestione del desktop risulta anch’essa migliorata. È possibile infatti l’affiancamento di un massimo di quattro elementi, per lavorare meglio e rapidamente. E se un desktop non è abbastanza, è ora possibile creare diversi desktop, per raggruppare gli elementi a seconda del loro utilizzo.

Onedrive permette di salvare un backup e sincronizzare tutte le app, per renderle sempre disponibili ed aggiornate su ogni device che usa Windows 10. Molto comodo, per avere tutto a portata di click, sempre ed ovunque!

Windows Hello è però la novità che sembra aver attirato maggiore curiosità. Se oggi infatti la sicurezza dei nostri device è ancora spesso legata alle password, con Windows 10 sembra aprirsi un’era in cui il nostro pc ci identificherà attraverso sistemi di biometrica: capirà che siamo noi dalla voce, dall’iride e dalle impronte digitali. Tutto questo per garantire sempre maggiore sicurezza all’utente.

Coloro che utilizzano Windows 7 o Windows 8 possono ottenere l’aggiornamento a Windows 10 in modo semplice e gratuita. Come si fa? Niente di più facile: cliccando in basso a destra sull’icona di Windows che si trova sulla barra delle applicazioni e seguendo i passaggi, potere prenotare l’aggiornamento. Riceverete una notifica quando l’aggiornamento sarà stato scaricato e sarà pronto per l’utilizzo. Da questo momento in poi, Windows 10 sarà operativo e pronto per essere “scoperto”. Per la versione mobile, invece, dovremmo attendere fine anno.

Se Windows 10, non dovesse essere di vostro gradimento, avete un mese di tempo per tornare alla versione precedente installata sul vostro pc.

Sembra che questo aggiornamento abbia suscitato grande interesse e molti download. Sembra però che non ci sarà un Windows 11: ci saranno infatti aggiornamenti automatici, come avviene per i sistemi operativi della Apple.

E voi, avete già richiesto l’aggiornamento a Windows 10? Cosa ne pensate?