Come rendere efficaci gli annunci di testo AdWords

Come rendere efficaci gli annunci di testo AdWords

Quasi tutti i negozi online utilizzano annunci a pagamento su Google per aumentare la propria visibilità sul web e per provare a coinvolgere sempre nuovi potenziali clienti. Tra gli strumenti più utilizzati, ci sono sicuramente gli annunci di testo AdWords. Ma come vengono utilizzati? L’utilizzo che se ne fa è sempre ottimale?

Google nel video ci suggerisce di seguire 3 punti fondamentali: pertinenza, specificità e call to action. Di seguito riprendiamo i consigli ed entriamo più nel dettaglio della stesura di annunci di testo AdWords che suscitino interesse nei potenziali clienti, indipendentemente dal prodotto venduto o dalle dimensioni dell’attività.

Prima di vederli nello specifico, però, occorre capire bene quali sono gli spazi a nostra disposizione al momento della creazione degli annunci di testo:

  • abbiamo a disposizione solamente 4 righe per comunicare il nostro messaggio (la 5° non sarà visibile all’utente);
  • la prima riga è il titolo dell’annuncio e può essere al massimo di 25 caratteri includendo anche gli spazi;
  • la seconda e la terza riga sono destinate alla descrizione e possono essere di 35 caratteri l’una spazi inclusi;
  • le ultime due righe vengono utilizzate per inserire url di visualizzazione, cioè l’indirizzo che vogliamo far vedere all’utente, e url di destinazione, cioè l’indirizzo effettivo di destinazione dell’annuncio (non visibile all’utente).
  • Consiglio #1 – Essere pertinenti

    Che cosa si intende per “pertinenza di un annuncio di testo”? In relazione agli annunci di testo AdWords essere pertinenti significa utilizzare del testo strettamente correlato con i prodotti o con i servizi offerti dalla propria attività.

    Per aumentare la pertinenza di un annuncio è consigliato inserire nel messaggio anche parole chiave correlate alle ricerche effettuate dagli utenti. Nelle SERP i termini utilizzati vengono evidenziati in grassetto nel titolo o nel testo aumentandone la visibilità.

    È buona norma anche assicurarsi che i prodotti, le promozioni o gli sconti citati nel testo dell’annuncio siano effettivamente attivi o corrispondano a quelli della pagina di destinazione. In questo modo si hanno due vantaggi: si fornisce un servizio coerente all’utente che trova esattamente ciò che lo ha spinto a cliccare sull’annuncio, e si migliora il punteggio dell’annuncio attribuito da Google (aumentando così le probabilità di migliorarne il posizionamento).

    Consiglio #2 – Essere specifici

    In un mercato che può rivelarsi agguerrito, interrogarsi su come differenziare il proprio business dagli altri è un buon punto di partenza per essere competitivo. Esaltare in modo chiaro i punti di forza della propria attività richiamando l’attenzione dell’utente su particolari servizi, prodotti o competenze aumenterà l’interesse di potenziali clienti.

    Includere negli annunci di testo AdWords prezzi, promozioni e offerte esclusive, permette agli utenti di capire meglio e più in fretta che cosa offri, a quale prezzo e con quali vantaggi. Essere specifici, quindi, equivale anche a non far perdere tempo all’utente, in modo che possa prendere una decisione veloce a fronte di una sua richiesta (o meglio, ricerca).

    Consiglio #3 – Includere un invito all’azione

    Se il titolo dell’annuncio equivale ad una presentazione dell’attività per cercare di catturare l’attenzione, le righe della descrizione possono essere usate per esprimere un invito all’azione (scopri subito, compra ora, approfittane ecc). Questa, di fatto, è l’ultima occasione che si ha a disposizione per convincere l’utente a visitare il proprio sito, a richiedere informazioni o ad acquistare un prodotto.

    Un invito all’azione indicato in un annuncio costituisce un vantaggio notevole sugli altri competitor: comunicativamente un’azione immediata attrae più di ogni altra descrizione ed indica chiaramente quali sono i passaggi successivi da seguire.

    Negli ultimi anni sono aumentate notevolmente le ricerche online tramite smartphone e tablet. Solitamente questi utenti sono più propensi a cercare indirizzi o numeri di telefono ed AdWords mette a disposizione estensioni d’annuncio, utili per fornire agli utenti informazioni specifiche ed azioni immediate.

    Questi sono tre semplici consigli da seguire per ottimizzare e migliorare la portata comunicativa dei propri annunci di testo AdWords. E voi? Quali strategie adottate per “fare colpo” sugli utenti? Non è che per caso vi siete resi conto di aver bisogno di un consulente Google AdWords?