Guida alla Lead Generation: viralità dei contenuti (3)

Guida alla Lead Generation: viralità dei contenuti (3)

Eccoci giunti alla terza puntata della breve guida che cerca di fornire indicazioni utili per aumentare il numero di lead grazie a semplici operazioni. Dopo usabilità e landing page oggi parliamo di condivisione o meglio di viralità dei contenuti.

Condivisione via email

L’incremento del numero di lead passa spesso dagli utenti che sono già iscritti nei database e ricevono le comunicazioni e le offerte. Questo perché la condivisione è una delle migliori armi a disposizione di chi si occupa di lead generation.

Raramente quando si riceve un’email commerciale si dà peso al contenuto. Ma se lo stesso messaggio è inoltrato da un conoscente siamo molto più propensi ad approfondire, leggere il contenuto per intero ed eventualmente ad iscriverci per ricevere in futuro simili comunicazioni.

Per sfruttare appieno questa possibilità è importante inserire in ogni newsletter il pulsante “Invia a un amico” chiarendo fin da subito che chi si iscrive non riceverà alcuna comunicazione da terzi ma solamente da chi ha inviato in origine l’email.

Per permettere all’utente iscritto di inoltrare in modo semplice la newsletter è necessario permettere di inserire in modo rapido più di un indirizzo di posta elettronica massimizzando il potenziale virale della comunicazione.

L’ultimo accorgimento utile è inserire una frase standard (es. “Marco pensa che potrebbe interessarti…”) che incrementa il tasso di apertura dei messaggi inoltrati.

Condivisione sui social

Ovviamente l’inoltro via email non è l’unica tipologia di condivisione. Al giorno d’oggi è fondamentale inserire all’interno del messaggio i pulsanti per la condivisione sui social network. In questo modo i contenuti saranno visibili ad un numero elevato di utenti e la probabilità di ottenere nuovi lead sarà decisamente elevata.

Per essere visibili in ogni momento è poi imprescindibile l’ottimizzazione della newsletter per mobile. L’opzione migliore è creare un template responsive che consente una visualizzazione ottimale su tutti i tipi di dispositivo e con ogni browser.

Il mobile è inoltre una grande risorsa perché gli utenti sono molto più propensi alla condivisione quando leggono un contenuto interessante via smartphone/tablet rispetto al desktop.

Una particolare tipologia di comunicazione sono le email transazionali. Avendo un tasso di apertura elevatissimo è importante non perdere l’occasione e proporre agli utenti la sottoscrizione ad altre newsletter.

Un altro aspetto fondamentale dell’interazione con gli utenti è la multicanalità. Quello di cui spesso non ci si rende conto è che se un utente segue una pagina social non è detto che sia anche iscritto alla newsletter. Per questo motivo è importante inserire form di opt-in anche sulle pagine aziendali sui social network in modo da massimizzare la possibilità di generare nuovi lead.

Per ricambiare la cortesia degli utenti che hanno deciso di iscriversi al vostro DB è importante differenziare i contenuti inviati via email da quelli pubblicati sulla bacheca.

In questo senso può essere utile pubblicare sui social network inviti alla registrazione offrendo promozioni interessanti ed eventualmente anticipando alcuni contenuti.

I modi e le tempistiche con cui fare ciò dipendono dal vostro business e dalla clientela a cui vi rivolgete. Bisogna comunque sempre ricordare che i social media sono comunità che rispondono prima di tutto alla reputazione ed all’autorevolezza di un brand.