Immagini web: come sceglierle ed ottimizzarle

Immagini web: come sceglierle ed ottimizzarle

L’importanza data alle immagini sul web, non è mai stata così “visibile”. Pensiamo a come una bella foto attiri la nostra attenzione e a come un content testuale venga letto più volentieri, se caratterizzato da immagini pertinenti. È per questo che social come Instagram e Pinterest sono sempre più usati, mentre Twitter e Facebook si adeguano a questa voglia di condividere immagini.

Perché proprio ora questo boom? Principalmente perché l’utente medio diventa sempre più pigro, ha poco tempo e poca attenzione (magari dopo una giornata di duro lavoro) ed un’immagine, caratterizzata magari da una breve didascalia, ha il potere che un lungo testo spesso non ha. Il nostro potenziale cliente ricorderà infatti il brand legato a quella foto, la sensazione che uno skyline può dare, perché le emozioni fanno presa sulla voglia di acquistare. Il meccanismo è semplice: quella foto  ricorda una sensazione che fa stare bene e verrà associata ad un prodotto che, in teoria, dovrebbe far provare le stesse emozioni.

Come ottenere una bella immagine web

Tuttavia è bene ricordare che una bella immagine non è sempre semplice da ottenere. Tutti abbiamo la possibilità di scattare foto, ma non per questo dobbiamo produrre e condividere scatti sfocati, tagliati male o con dimensioni impossibili da gestire. Anche qui, per ogni social ci sono dimensioni precise ed esistono numerosi tutorial che spiegano quali utilizzare.

Per scattare foto migliori, spesso basta leggere alcune informazioni sul web, osservare i grandi fotografi o anche le immagini che hanno effettivamente fatto breccia nell’immaginario collettivo. A volte idee semplici e geniali sono anche le più economiche per un brand: pensiamo al fenomeno virale di “condividi una coca cola”. I costi sono stati ridotti all’osso: le etichette della celebre bibita avevano stampe simpatiche o nomi propri ed i consumatori si immortalavano con la bottiglietta di coca cola in mano. Quale miglior pubblicità di una foto al prodotto fatta da chi lo acquista?

Un altro modo per farci aiutare dalle immagini è quello di prendere spunto da alcuni VIP che immortalano i “dietro le quinte”, facendo in modo che il fan si immedesimi in loro, rendendoli così meno inarrivabili. Una foto< al nostro team, al nostro lavoro proprio mentre nasce un progetto, nella quotidianità dell'azienda, umanizza il più tecnico dei prodotti ed emoziona il cliente. Usiamo anche una font facile da ricordare: una bella foto con una piccola didascalia, con un colore delicato o con il giusto filtro, fanno la differenza anche se non si è maghi del foto-ritocco.

Ottimizzazione SEO di un’immagine web

Attenzione anche a rinominare le immagini: Google indicizza meglio un “nuovoprodotto.jpg” rispetto ad un “IMG_3348”. Anche in questo caso, lo sforzo e la perdita di tempo per noi è minima! Un’ultimo consiglio: va bene prendere spunto da chi fa scuola, ma copiare un’idea ci fa solo fare brutta figura. Evviva, quindi, l’originalità dei contenuti sperando diventino presto virali.