6 indicatori per misurare l’autorevolezza di un blog

6 indicatori per misurare l’autorevolezza di un blog

I blog sono strumenti sempre più usati per generare traffico e quindi incrementare il numero di visite verso un sito internet. Per questo motivo il blogger sta diventando una delle figure di riferimento per chiunque gestisca le strategie marketing di aziende che intendono aumentare la propria visibilità online.

È importante tuttavia considerare con attenzione l’autorevolezza di un blog o di un singolo blogger. Se il blogger è un importante “influencer” la pubblicazione di un post sponsorizzato può portare un notevole numero di utenti sul sito web dell’azienda oggetto del post. Al contrario se un blog ha pochi lettori (situazione che può verificarsi per diversi motivi) il ritorno in termini di traffico sarà limitato.

Per valutare l’influenza di un blog (e per capire se le cifre che ci vengono chieste per la redazione di un post sponsorizzate sono commisurate al numero di utenti che naviga sul blog) è importante valutarne il traffico organico. Un blog con poco traffico organico sarà poco influente, avrà con tutta probabilità una cattiva ottimizzazione SEO, un basso numero di link autorevoli in entrata e così via.

Essenziale è la valutazione degli indicatori SEO: pagerank, domain authority e moz trust sono elementi che possono dare importanti indicazioni anche se devono essere contestualizzati e non devono essere considerati come indicatori infallibili.

Un blog è autorevole quando gli utenti interagiscono. Per questo è fondamentale andare a verificare il numero di commenti che vengono lasciati nei post. Se gli utenti commentano e discutono relativamente ad un argomento saranno più invogliati ad andare ad approfondire l’argomento qualora l’autore proponga link verso siti web esterni. L’esempio più lampante è costituito dai blog che trattano l’argomento viaggi: un blog influente ed in particolare con autori che sappiano coinvolgere l’utente, può spingere il lettore verso mete turistiche ben definite in poche righe.

Per valutare l’influenza di un blog è al giorno d’oggi indispensabile considerare la presenza sui social network. Nonostante sia sbagliato considerare solo l’interazione via social, è comunque importante valutare l’interazione con gli utenti ed il traffico generato con le piattaforme come Facebook, Twitter e Google+.

Se poi l’obiettivo è quello di posizionare del banner promozionali all’interno delle pagine di un blog è importante esaminare quanti banner sono presenti in una pagina (lo spazio sarebbe diviso tra più annunci) e quanti post sponsorizzati vengono pubblicati: maggiore è il numero di post sponsorizzati e più velocemente il blog perderà i suoi lettori.

È banale, ma è comunque importante ricordare che anche l’occhio vuole la sua parte. Un blog con un tema grafico confusionario e che non agevola la lettura avrà un numero molto basso di utenti e quindi risulterà inutile al fine di generare traffico.

L’autorevolezza di un blog non è un parametro che può essere espresso numericamente in maniera esatta. L’autorevolezza è valutabile tramite un insieme di indicatori che nella maggior parte dei casi vanno interpretati. Ci sarebbero molte altre aspetti da considerare, ma questi 6 appena illustrati possono essere un ottimo inizio.