Social Media Marketing: advertising sui social network

Social Media Marketing: advertising sui social network

Ogni giorno sempre più utenti utilizzano i diversi social network per ricercare informazioni sui prodotti di interesse e confrontarsi con gli altri, di conseguenza aumentano le opportunità per le aziende di fare pubblicità in modo efficace.

Gli strumenti pubblicitari messi a disposizione dalle piattaforme social, oltre a suggerire prodotti/servizi per i consumatori, consentono di raccogliere informazioni demografiche sul pubblico di visitatori da utilizzare per attività di social media marketing.

Ma quali sono le possibilità offerte dai principali canali?

L’advertising su Facebook

Facebook conta milioni di utenti attivi in tutto il mondo: ogni user in media è a sua volta connesso con altre cento persone e partecipa attivamente su altrettante community, gruppi e fanpage, ne consegue che miliardi di contenuti vengono condivisi ogni mese.

I costi di accesso alla pubblicità non sono eccessivi in modo da consentire a tutte le realtà aziendali (dalla PMI alla multinazionale) di creare e testare i propri annunci: creare un inserzione pubblicitaria è molto semplice ed è un processo guidato attraverso la sezione Business dedicata (www.facebook.com/business) e con il supporto dell’Help Center (per ogni perplessità).

Gli annunci pubblicitari compaiono nella colonna laterale a destra della pagina, ma è possibile anche creare post sponsorizzati che vengono visualizzati all’interno della propria Timeline. Per quanto riguarda le impostazioni delle campagne sono disponibili diverse opzioni come la possibilità di impostare obiettivi prefissati, selezionare il pubblico/target di riferimento, pianificare la pubblicazione degli annunci, eccetera.

L’advertising su Youtube

La rapida diffusione delle piattaforme video online ha portato alla nascita di servizi pubblicitari specifici: Youtube rappresenta il primo canale video per numero di ricerche, ma ciò che lo contraddistingue dalla pubblicità TV tradizionale è rappresentato dai minori costi di accesso e dalla possibilità di misurarne il ritorno sull’investimento.

Infatti i costi si generano ogni volta l’utente clicca sull’annuncio oppure guarda il video annuncio per tutta la sua durata; ma il vantaggio maggiore è la possibilità di raggiungere l’esatto target di audience che si sta cercando.

L’advertising su Twitter

Considerato come uno dei social media più brillanti oggi conta più di 150 milioni di utenti registrati e oltre 90 milioni di tweets al giorno a cui si aggiungono i miliardi di ricerche che vengono effettuate ogni mese.

Twitter offre una triplice opzione pubblicitaria: è possibile scegliere tra Promoted Tweets, Promoted Trends e Promoted Accounts; ad ogni opzione è associata una dashboard completa per monitorare trend e risultati.

Per quanto riguarda il budget non vi sono limiti di accesso pertanto si può scegliere di investire capitali ben al di sotto dei 10.000€ così come cifre importanti.

L’advertising su Linkedin

Anche il famoso social B2B offre un’interessante piattaforma per la gestione degli annunci (testuali o visuali con immagini/video) e raggiungere target di utenti specifici.

Per quanto riguarda i costi sono disponibili i due classici modelli di acquisto: CPC (costo per click) e CPM (costo per 1000 impression), tendenzialmente rispetto alle altre piattaforme i prezzi di CPC e CPM sono nettamente più elevati ma è anche vero che offre una soluzione molto interessante per tutti coloro che operano nel B2B.

Nella fase di creazione di una campagna advertising bisogna sfruttare i punti di forza di ogni social network prestando la massima attenzione ai punti deboli. Infatti è sempre preferibile implementare delle campagne multipiattaforma per ottimizzare gli investimenti pubblicitari sfruttando al meglio ogni canale.