Spesso quando si ha bisogno di spazio e risorse computazionali si viene investiti da una valanga di offerte che scendono molto nel tecnico dando per scontato che l’interlocutore abbia una perfetta conoscenza del gergo informatico. Ma quali sono le differenze, specialmente a livello tecnico, tra server Cloud, VPS e server dedicato?

Server dedicato

Un server dedicato, come si intuisce facilmente, è una macchina completamente a noi dedicata e tarata in base alle nostre esigenze. Non c’è  quindi condivisione delle risorse, ma soprattutto abbiamo la garanzia che la nostra (a noleggio o acquistata) macchina sia in una struttura apposita con sistemi antincendio, ridondanza dell’hardware e banda garantita.

Di contro la scelta di un server dedicato comporta degli svantaggi. Per prima cosa i costi, che sono molto alti e relativi sempre all’intero server indipendentemente dalle risorse effettivamente utilizzate. Altro “contro” molto importante è la scalabilità molto limitata. Se infatti abbiamo bisogno di risorse maggiori questo comporta una ridefinizione dei costi, una ridefinizione del setup della macchina e il tempo necessario per effettuare le operazioni.

VPS

Un Virtual Private Server è invece una virtualizzazione di un server dedicato. Ogni cliente ha a disposizione le risorse hardware ottenute dalla suddivisione di quelle fisiche (come se fossero dedicate) della macchina che ospita il server virtuale. Le soluzioni VPS garantiscono il 100% delle risorse acquistate ed il completo isolamento dagli altri utenti. Questo comporta un grande abbattimento dei costi ed anche delle tempistiche molto più brevi per l’avvio del server o per un eventuale upgrade.

Un server VPS, essendo una virtualizzazione operata su una macchina dedicata a più clienti, ha una scalabilità limitata.

Server Cloud

Arriviamo quindi a definire un Cloud Server: completa astrazione, piattaforme come OpenStack e differenti tipologie di hypervisors (o virtual machine monitor). In questo caso possiamo scegliere in ogni momento le risorse di cui abbiamo bisogno con anche fatturazione di tipo orario in base alle nostre esigenze e in base alle risorse effettivamente utilizzate.

L’enorme vantaggio di un Cloud Server, oltre a un costo inferiore rispetto alle soluzioni precedenti, è l’incredibile scalabilità del servizio senza interventi tecnici e senza interruzione del servizio. Come i VPS anche i Cloud Server hanno il 100% di risorse dedicate e isolamento completo.

Alla luce di questa breve descrizione delle differenze tra server Cloud, VPS e server dedicato bisogna ricordare che non c’è una soluzione adeguata per tutti. Un server dedicato può essere la soluzione ideale per chi ha necessità immediate, budget adeguati e competenze tecniche a disposizione. Un VPS è un’ottima soluzione se si ha bisogno un hardware all’altezza, ma con budget non importanti. Un server Cloud invece è la migliore soluzione in caso di progetti piccoli o appena nati che possono fare comunque affidamento su possibilità di scalare la propria soluzione velocemente e facilmente.