Come tradurre i testi e le mail in Magento

Logo-magentoCome anticipato nello scorso tutorial “Magento in italiano: come installare la traduzione“, vediamo ora come completare la personalizzazione del nostro e-commerce Magento, dedicandoci alla traduzione delle e-mail che verranno scambiate con i nostri clienti. Per fare questo verrà data inoltre una breve spiegazione sul sistema di traduzioni su cui si basa Magento.

Come funzionano le traduzioni in Magento?

Collegandoci ai file del nostro e-commerce, raggiungiamo la directory “app/locale“. All’interno troveremo due cartelle (o più se sono state installate altre traduzioni oltre all’italiano):

  • en_US
  • it_IT

Tali cartelle contengo i file con all’interno la traduzione di tutti i termini utilizzati in Magento. In particolare la prima conterrà la traduzione inglese, la seconda in Italiano. E’ qui che dovremo andare a mettere le mani ogni qual volta troveremo una parola ancora non tradotta (il progetto di traduzione in italiano di Magento è al 99,01%, fonte magentocommerce.com, quindi è normale che qualche parola ci appaia ancora in inglese). Per individuare all’interno di quale file è collocata la parola che intendiamo ricercare, ci basterà collegarci via ssh al nostro dominio, spostarci nella cartella “app/locale/it_IT” ed eseguire il seguente comando (si ipotizza la ricerca del termine “Your order number is“):

grep -rin "Your order number is" .

Il comando ci restituirà il nome del file e la riga alla quale trovare la frase da tradurre, in questo caso riga 232 del file Mage_Checkout.csv. Apriamolo e modifichiamo la stringa come segue:

//Prima
"Your order number is ","Your order number is "
//Dopo
"Your order number is ","Il tuo numero d'ordine  "

Traduciamo le email

Ora che abbiamo spiegato le basi del funzionamento delle traduzioni di Magento, torniamo all’argomento principale di questo tutorial, ovvero la traduzione delle e-mail. Magento memorizza i template dell’email, nella cartella “email” contenuta all’interno di “app/locale/[codice-lingua]/template“. Per iniziare il nostro lavoro di personalizzazione e traduzione delle email dovremo prima di tutto prelevare tale cartella dalla traduzione inglese ( “app/locale/en_US/template“) e copiarla in “app/locale/it_IT“. Come per i “blocchi statici” realizzabili nel back-end del nostro e-commerce (menù “CMS“, voce “Blocchi Statici“), anche all’interno di questi file abbiamo a disposizione il “meta-linguaggio” con il quale possiamo per esempio recuperare il nome del nostro store, o il percorso della cartella all’interno della quale troviamo il nostro logo. Vediamo alcuni utili codici che ci permetteranno di personalizzare al meglio le nostre email:

{{var store.getFrontendName()}}

Attraverso questo codice recuperiamo il nome del nostro negozio Magento, inserito nel back-end nella sezione “Gestisci negozi“, raggiungibile dal menù “Sistema“.

<a href="{{store url=contacts}}">Clicca qui per assistenza</a>

Attraverso questo codice è possibile inserire nell’email un riferimento alla pagina Contatti del nostro store.

{{skin url="images/logo_email.gif" _area='frontend'}}

Attraverso questo codice è possibile recuperare il nostro logo o qualsiasi altra immagine.

Come richiamare un blocco statico

Una funzionalità molto utile che possiamo sfruttare all’interno di tali template, è quella di poter includere un blocco statico. Mettiamo caso che vogliamo inserire in tutti i template una sorta di firma contenente i nostri dati aziendali. Se la inseriamo manualmente in ogni template, il giorno che dovremo modificarla ci toccherà modificarli uno a uno. Utilizzando invece questo semplice codice:

{{block type="cms/block" block_id="codice-blocco"}}

potremo richiamare il contenuto del blocco statico “codice-blocco” (da creare nella sezione “Blocchi Statici”, menù “CMS”).